Salta al contenuto principale

Suggerimenti e consigli per le future mamme

Come prendersi cura di sé durante la gravidanza, come prepararsi al parto e cosa non dovrebbe mancare nel corredo per il neonato? Ecco per te consigli e suggerimenti a prova di bimbo per le future mamme.

Sono incinta

Congratulazioni, tra qualche mese sarai mamma! Diamo un’occhiata alle idee che renderanno la gravidanza piacevole non solo a te, ma anche al tuo corpo.

Durante la gravidanza, molte donne soffrono di smagliature, ma non è necessario disperarsi per qualche piccola cicatrice. Da una sola piccola cellula, il tuo corpo è capace di creare in nove mesi un bellissimo bebè, sii fiera di te stessa! E per quanto riguarda le smagliature, si possono evitare con un’idratazione accurata. Per questo tieni assolutamente d’occhio l’assunzione di liquidi e spalma 2 volte al giorno sulle cicatrici (pancia, seno, cosce e glutei) una crema antismagliature.

 

La sola parola episiotomia ti fa accapponare la pelle? In realtà si tratta di un intervento comune che facilita il parto del neonato. Purtroppo, però, non sempre la guarigione va secondo i piani; allora, se preferisci evitare l’episiotomia, durante la gravidanza massaggiati il perineo con uno speciale olio per massaggi. Così facendo, lo preparerai all’inusuale allenamento che lo attende alla fine del parto e, magari, eviterai anche l’episiotomia.

Per quanto riguarda i cosmetici per donne incinte, leggi sempre con attenzione la composizione dei singoli prodotti. Evita il retinolo, contenuto spesso nei prodotti per la pelle acneica, perché concentrazioni elevate possono avere un effetto negativo sullo sviluppo del feto. E in estate, quando stai al sole, spalma sulla pancia creme con un filtro protettivo minerale.

Suggerimento! Quale momento migliore del delicato periodo della gravidanza per provare i cosmetici naturali con composizione minimalista?

testo completo nascondi il testo

Evviva il reparto maternità

È arrivato l’ultimo trimestre e per te significa solo una cosa. Devi fare le borse per entrare in reparto maternità! Ecco il nostro elenco di cose da portare con te.

Il parto è un po’ una piccola festa burocratica, se pensi un attimo a tutti i documenti che sono necessari! Non dimenticarti di questi:

  • il certificato di gravidanza
  • la carta d’identità
  • la tessera sanitaria
  • l’atto di matrimonio oppure il consenso con firma autenticata alla paternità, se non sei sposata
  • la dichiarazione sul nome del bebè
  • il piano per il parto (se ne hai uno)

 

Oltre ai classici prodotti per l’igiene, metti in borsa almeno due confezioni di assorbenti per uso ostetrico e un po’ di mutandine traspiranti monouso. Non tutti gli ospedali hanno la carta igienica bella morbida, due rotoli ti faranno sicuramente comodo. Un’altra buona idea sono le imbottiture per reggiseno discrete che trattengono il latte che cola.

Suggerimento! Portati mutandine di una taglia più grande rispetto a quelle a cui sei abituata. Quello che conta dopo il parto non è l’estetica, ma il massimo del comfort.

L’allattamento non è una cosa da poco. Di norma, all’inizio fa un po’ male, ed è anche per questo che i tuoi capezzoli si meritano un trattamento di qualità. Spalma regolarmente su di essi una crema idratante, preferibilmente una che non devi risciacquare prima dell’allattamento. Se hai molto latte, apprezzerai il tiralatte, che ti darà sollievo immediato aiutando a prevenire le infiammazioni causate dall’accumulo di latte.

Nella borsa per il neonato aggiungi soprattutto i pannolini, i teli per il cambio del pannolino e un ciuccio (sai com’è, non si sa mai!). Ti tornerà comoda anche una tua fascia per neonato personale, perché quelle ospedaliere hanno tanti lacci e non tutte le mamme hanno la pazienza di legarle. Ti sarà utile anche un olio per bambini da spalmare sulla pelle umida – così si assorbe meglio.

Suggerimento! Non portarti tutine che si indossano attraverso la testa del neonato. Questo consiglio è confermato da 11 donne su 10.

testo completo nascondi il testo

Sono una mamma

Finalmente sei a casa con il bimbo e stai cercando di organizzare le giornate in modo da soddisfare sia le tue che le sue esigenze. Ci sono un sacco di alleati che ti possono rendere più facile questo periodo frenetico. 

D’ora in avanti, e per un po’ di tempo, il cambio pannolini sarà all’ordine del giorno. Il modo più delicato e semplice è lavare il bebè nel lavandino sotto l’acqua tiepida corrente. E per quando siete fuori casa, è opportuno avere dietro delle salviette umidificate. Lascia ventilare e ungi regolarmente la pelle tendente alla dermatite da pannolino. Una soluzione eccellente al problema sono i classici pannolini in tessuto. In pratica, sono al contempo degli asciugamani e salviette universali per bebè.

Suggerimento! Per asciugare la pelle delicata dei bambini, è bene acquistare pannolini di bambù, che sono infatti più morbidi di quelli in cotone.

 

Quando il neonato dorme, la mamma si può concedere un lusso noto sotto il nome di doccia! Basta accendere il baby monitor e tenerlo sempre vicino. Durante il puerperio, e non solo, è consigliabile scegliere prodotti per l’igiene intima che non pizzichino e, inoltre, ripristinino il pH naturale della zona intima. E il neonato? Fagli il bagnetto nell’acqua con l’olio e, durante il lavaggio, concentrati sulle pieghe del pancino, tra i ditini, sotto il mento e dietro le orecchie.

Il reggiseno per allattamento sarà già diventato sicuramente la tua seconda casa. E se non stai allattando, non disperarti. L’invenzione del secolo è lo scaldabiberon, che mantiene al livello ottimale la temperatura del latte in polvere o delle pappe. Vedrai che lo userai spesso e a lungo. In più, è comodo anche in viaggio oltre che a casa!

testo completo nascondi il testo

Allora, cosa ne pensi, ti senti un po’ più pronta a diventare mamma? Teniamo incrociate le dita per te e ti auguriamo il meglio per questa tua nuova fase della vita <3