Miniserie sull'acne I - Sai perché ce l'hai? | Notino.it

Miniserie sull'acne I - Sai perché ce l'hai?

Acne notino.it

È temuta non solo dagli adolescenti, ma anche dagli adulti. Questa malattia infiammatoria cronica della pelle dovrebbe sparire entro i 25 anni di età; tuttavia, più della metà della popolazione combatte l'acne anche dopo i 30 anni. C'è addirittura chi la combatte dopo i quarant'anni. Qual è la causa? E soprattutto: come combattere l'acne?

Vivere con l'acne è impegnativo. Se hai la pelle problematica, la gente ti guarda in modo strano e, nel migliore dei casi, pensa che tu sia (ancora) un adolescente. Soffri e cerchi un modo per nascondere i brufoli e le cicatrici da acne. L'acne può influenzare la vita così tanto da causare depressione e può persino portare ad una particolare malattia: la dermatillomania, di cui soffrono tutti coloro che hanno un costante bisogno schiacciare i brufoli, grattarsi, rimuovere le croste delle cicatrici...

Trova il tuo motivo

L'acne è un problema dermatologico grave per il quale è necessario conoscere le cause, avere buoni cosmetici, bravi specialisti e sapere che il trattamento dell'acne richiede pazienza. Andiamo però un passo alla volta e vediamo perché l'acne colpisce. Le cause possono essere innumerevoli. Quali sono le più comuni?

Gli ormoni. Durante l'adolescenza, la produzione di ormoni aumenta per la prima volta, in particolare quelli sessuali, e in modo così repentino che ha davvero conseguenze sulla qualità della pelle. Aumenta la produzione di sebo, l'intensità della sudorazione, la pelle è improvvisamente "confusa". Per questo motivo, alle ragazze viene prescritta la pillola contraccettiva come metodo per combattere l'acne nell'adolescenza. Praticamente, una lotta "ormoni contro ormoni". A causa degli ormoni, tuttavia, l'acne colpisce anche le donne incinte o in menopausa.

Lo Stress e il cattivo stile di vita. Anche lo stress è associato alla produzione di ormoni, come il cortisolo, e quindi principalmente al cattivo stile di vita, che include lo scarso sonno, i cibi malsani fritti o dolci, l'eccesso di caffeina, sigarette o alcool. Se si consuma tutto con moderazione, non ci sono problemi, ma il troppo stroppia. In ogni caso, nessuno dei suddetti fattori può migliorare la qualità della pelle, neanche se è sana. E la pelle problematica? Questo stile di vita è un vero e proprio inferno.

L'ereditarietà. A volte si è innocenti e l'acne si eredita in famiglia.

I farmaci. Anche se di solito la medicina aiuta, alcuni farmaci peggiorano l'acne o addirittura la causano. Tra di essi figurano anche gli steroidi, che alcuni atleti assumono per avere prestazioni migliori.

acne 2 notino.it

Non schiacciarli!

Tra le manifestazioni dell'acne figurano i cosiddetti comedoni, i pori ostruiti, i punti neri e, naturalmente, i brufoli. Anche se, soprattutto i brufoli con punta bianca, inducono allo schiacciamento... non farlo. Se possibile, contatta un'estetista e lascia che sia lei a rimuovere i brufoli (non sverrà e non sarà disgustata, al contrario, è abituata e, a differenza di te, sa quello che fa). E se proprio devi schiacciare, è necessario disinfettarsi le mani e la zona interessata prima e dopo lo schiacciamento. In caso contrario, l'infiammazione si diffonde.

Brufoli rossi, punti neri

I brufoli grandi, duri e rossi non si possono eliminare a casa. È preferibile in tal caso consultare un dermatologo, che deciderà se prescrivere un trattamento antibiotico per l'acne. In ogni caso, può prescrivere anche altri farmaci, soprattutto creme speciali per l'acne. E i punti neri? Se li hai, puoi trattarli da sola, ad esempio con il peeling speciale Smooth Sugars Srub di L'Oreál. Secondo le recensioni è tra i migliori!

acne 3 notino.it

La pelle problematica ha bisogno di pulizia

La base della cura continua è una corretta pulizia. Per quanto riguarda l'acne, tuttavia, non è possibile entrare in drogheria e prendere quello che attira l'attenzione. Se hai la pelle problematica, scegli prodotti per la pelle problematica o grassa, che non solo detergono, ma sanno regolare la produzione di sebo e trattare con sensibilità la superficie danneggiata della pelle. Prodotti di buona qualità in tal senso sono, ad esempio, l'acqua micellare Sebio Bioderma e il gel detergente di Bioderma. In bagno è indispensabile anche uno scrub per pelli problematiche, come il DermoPure di Eucerin.

Menu