Versace provoca già da 40 anni!

La marca top Versace 1

Fonte della fotografia: Facebook Versace

Alcuni marchi danno la sensazione di influenzare il mondo della moda e della bellezza da sempre, come nel caso di Versace. Anche se può sembrare un novellino rispetto a Gucci, che è attivo da un secolo, Versace ha la grinta e il coraggio di provocare e la tendenza di essere una casa di moda imprevedibile sin dai suoi inizi, nel 1978. Come sapete, il fondatore del marchio è Gianni Versace (1946-1997). Da bambino si affacciava raramente nella bottega del padre; preferiva invece sedersi accanto alla macchina per cucire della madre e già a 10 anni realizzò il primo abito. Nella sua Calabria divenne ben presto famoso, ma aveva bisogno di spiccare il volo. Scelse Milano e cominciò la sua carriera in grande stile. Lavorò per le case di moda locali desiderando una sola cosa: smettere di annoiarsi. La moda degli anni '60 era per lui sterile. Non apprezzava neanche gli anni '70 dei figli dei fiori. Gianni adorava i colori, i motivi, la stravaganza, i materiali e le lavorazioni di lusso...Tuttavia, prima di creare il proprio marchio con la testa della mitica Medusa, attese il 1978. La sua prima collezione ebbe subito successo e venne definita dalla stampa sfacciata, sexy ed eccessivamente appariscente. Era tutta in pelle e le riviste di moda non sapevano se si trovassero di fronte a una rivoluzione o a una follia.

Per principesse e attrici

Gianni, invece, sapeva quello che stava facendo. Era molto apprezzato dalle star del cinema, da Madonna e dalla principessa Diana. Nel 1992 preparò una collezione per Elton John e il suo tour e un anno più tardi presentò la collezione per bambini Versace Young, per la quale fu aiutato dalla sorella Donatella. Gianni ripeteva a tutti di aver bisogno di trovare il proprio stile e aiutò tutti a trovare il proprio anche con collezioni di gioielli, presentate nel 1994. Nello stesso anno cominciò a combattere contro il cancro, riuscì tuttavia a sfornare idee al confine tra la sfacciataggine e il kitsch. Visse a Milano, New York e Miami. Dalla metà degli anni '80 aveva un partner fisso. Il 15/7/1997 Gianni fu ucciso davanti alla sua casa di Miami. Qualcuno dice che si trattasse di un serial killer, altri che era un prostituto geloso. In ogni caso, la casa Versace passò nelle mani di Donatella.

La marca TOP Versace Profumi

"Plastica", ma incredibilmente creativa

Si può pensare di lei qualsiasi cosa, ma prima di giudicarne l'aspetto, è necessario giudicare quello che è riuscita a fare con il marchio. Dagli anni '90 sostiene la ricerca sul cancro al seno, nel 2000 ha aperto un hotel resort a cinque stelle sulla costa australiana (un palazzo perfetto!) e, nello stesso anno, Jennifer Lopez ha indossato il vestito "jungle dress" durante la cerimonia di premiazione dei Grammy, che ancora oggi è definito un capo iconico. A proposito, per cambiare idea su Donatella, basta dare un'occhiata alle 73 domande per Donatella Versace della rivista Vogue. Si scoprirà quanto è intelligente e fonte di ispirazione, che crede nel potere delle donne e nel coraggio di essere se stesse. È madre di due figli adolescenti, dirige un enorme colosso come Versace che grazie a lei ha grandissimo successo. Se lo desideri, puoi almeno "annusare" questo marchio di lusso. Versace è celebre anche per i profumi e noi li abbiamo tutti!