La grande guida tra gli scrub viso: quale sceglierai?

peeling scrub viso

Avere il viso di una bambola e morbido come velluto è probabilmente il sogno di ogni donna. Ma nell’arco della vita gli ormoni giocano con la nostra pelle che con il tempo invecchia, rallentano sia la formazione di nuove cellule cutanee che l’eliminazione di quelle morte. Come fare ad aiutarla? Inizia con l’esfoliazione del viso. Abbiamo scelto per te nove eccezionali scrub enzimatici e peeling enzimatici e ti consiglieremo quali utilizzare e quando.

 

Qual è lo scrub esfoliante più adatto per il tuo tipo di pelle?

Lo scrub del viso fa bene a ogni tipo di pelle, anche a quella più sensibile. Ma la cosa importante è che tu sappia scegliere quello in grado di soddisfare i bisogni attuali del tuo viso. La buona notizia è che non è necessario concentrarsi strettamente su un solo tipo di scrub. Infatti puoi alternare gli scrub in base alle condizioni della pelle oppure alla stagione dell’anno per concederti un trattamento su misura.

 

Per aiutarti a scegliere ti mostreremo i vantaggi di tutti e tre i tipi di scrub. Inoltre abbiamo per te i nove migliori scrub viso per accontentare davvero tutti.

 

Lo scrub viso è adatto a te?

Gli scrub, ovvero l’esfoliazione meccanica, hanno una consistenza gel o cremosa e contengono piccole particelle che levigano e ammorbidiscono la pelle per rimuoverne fisicamente le cellule cutanee morte. Funzionano meravigliosamente come alternativa occasione al peeling chimico ed enzimatico. Fai solo attenzione a “non premere troppo” quando massaggi il viso con lo scrub. Lascia soltanto scivolare delicatamente le particelle sulla pelle.

 

Il nostro SUGGERIMENTO: gli scrub sono adatti anche per l’esfoliazione della pelle del collo. Per renderla morbida come seta basta massaggiare leggermente il collo con uno scrub meccanico una o due volte alla settimana.

 

4 ottimi scrub per il viso

Il gel esfoliante delicato Payot Les Démaquillantes rimuove dalla pelle le cellule morte tramite dei granuli di lampone. Deterge a fondo e ammorbidisce la pelle.

 

Lo scrub delicato per il viso Saffee Cleansing Melting Jelly Scrub contiene cristalli di zucchero a base di olio che permette di pulire la pelle senza essiccarla troppo. Lo squalano poi assicura idratazione e morbidezza perfette.

 

Acqua di rosa lenitiva e miele nutriente sono alla base dello scrub per pelli sensibili levigante Lancôme Rose Sugar Scrub troverai acqua di rosa lenitiva e miele nutriente. Dopo l’uso il tuo viso sarà meravigliosamente pulito e idratato. Anche lo scrub fisiologico ultradelicato e ipoallergenico La Roche-Posay Physiologique è adatto alle pelli sensibili. I suoi principi attivi sono piccole particelle di pietra pomice, glicerina e perlite.

 

Quando usare un peeling chimico?

Tra tutti i peeling chimici sono i più intensi. Usali in caso di rughe sottili, pelle spenta, pori dilatati, pigmentazione o cicatrici lasciate dall’acne. Contengono acidi HA, BHA o una loro combinazione e grazie a loro agiscono in profondità nella pelle.

 

4 ottimi peeling chimici

Sogni un viso più illuminato? Scegli il peeling chimico vegano Revolution Skincare 30% AHA + BHA Peeling Solution. Effetti simili porta anche lo scrub intensivo Estée Lauder Perfectionist Pro che, oltre agli acidi AHA e BHA, contiene anche dell’acido ialuronico idratante.

 

Un altro prodotto eccezionale è lo scrub monofase NeoStrata Resurface per levigare e ammorbidire la pelle, che in più restringe i pori dilatati. Ma se preferisci

applicare un peeling chimico con il dischetto, acquista il Perricone MD No:Rinse per rinforzare i contorni e ripristinare l’elasticità della pelle.

 

Non è forse meglio lo scrub con enzimi?

Se non puoi o non vuoi usare quello chimico, scegli il peeling con enzimi di ananas, papaia, melagrana o altra frutta. Anche se gli enzimi non penetrano così in profondità come gli acidi AH e BHA, in compenso i risultati sono praticamente istantanei.

 

Un suggerimento per un favoloso peeling enzimatico

Grown Alchemist Cleanse contiene un complesso efficace di aminoacidi destinati al rinnovamento cellulare. Tra i suoi componenti c’è anche il fico che nutre e ammorbidisce la pelle e il frutto dell’albero del sandalo. È adatto anche alle pelli molto sensibili e può essere applicato anche sulla zona delicata del contorno occhi.

 

Quanto spesso utilizzare lo scrub per il viso?

Secondo la regola d’oro è bene dedicarsi all’esfoliazione del viso da una a due volte alla settimana. Se hai una pelle molto sensibile, allora rispetta rigorosamente questa frequenza, ma se hai una pelle un po’ più resistente, allora puoi anche esfoliare la tua pelle più frequentemente.

 

Il nostro SUGGERIMENTO: Per evitare che la tua pelle non si impigrisca abituandosi troppo agli effetti del tuo scrub preferito, di tanto in tanto cambialo con un altro.

 

Qual è il tuo scrub preferito: classico, enzimatico o chimico? E a quale non puoi fare a meno? Diccelo nei commenti.