Acido ialuronico: un eccezionale ingrediente di bellezza

Acido ialuronico notino 1

Nella seconda metà del XX secolo, l’acido ialuronico veniva impiegato per favorire la cicatrizzazione delle ustioni o dopo le operazioni agli occhi. Ma solo l’industria cosmetica ha reso l’acido ialuronico una vera star. Tutto è iniziato con la produzione di creme a base di acido ialuronico, sieri, maschere viso... Ed è sempre più popolare. Perché?

L’acido ialuronico è parte del corpo umano

Il nostro corpo lo produce soprattutto da solo. Si trova nelle articolazioni, nei tessuti connettivi, nell’epidermide e nell’occhio. E ovunque svolge la medesima funzione: garantisce compattezza, elasticità, idratazione e, grazie alla sua capacità di avviare la produzione di collagene, rigenera bene i tessuti usurati.

Ed è proprio nel campo della rigenerazione e dell’idratazione che l’acido ialuronico è insuperabile. 1 ml di acido ialuronico puro è in grado di legare a sé fino a 4.000-6.000 ml d’acqua (dunque da 4 a 6 litri!), che poi è in grado di liberare gradualmente di nuovo (nella pelle)! E questa capacità, insieme al potenziale rigenerativo, ha fatto dell'acido ialuronico il numero uno nel campo della cosmesi anti-aging, nella cura della pelle e dei capelli secchi o della pelle sensibile. Perché se ne prende cura in maniera miracolosa. Cosa è in grado di fare?

Effetti dell’acido ialuronico sulla pelle

  • Idrata intensamente la pelle.
  • Elimina i radicali liberi, prevenendo così la comparsa delle rughe causate dagli effetti dell’ambiente esterno.
  • Favorisce la produzione naturale di collagene e nella pelle matura aiuta a riempire lo spazio tra le fibre di collagene e di elastina (dunque mantiene un aspetto giovane nonostante l’avanzare dell’età).
  • Rende nuovamente elastica e soda la pelle.
  • Ne favorisce la rigenerazione e la freschezza naturale.
  • Applicato in medicina estetica, riesce ad appianare anche le rughe relativamente profonde.

Concentrazione e peso sono importanti

Nei preparati lo si può trovare in concentrazioni diverse (più alte sono, meglio è) e anche nei cosiddetti pesi molecolari. Più basso è il peso molecolare, meglio penetra all'interno delle cellule. Certo, questo è già un dato scientifico e non sempre lo si può leggere sull'etichetta. E cosa puoi regalarti che contenga acido ialuronico?

acido ialuronico notino 2

Cosmetici con acido ialuronico

  1. Siero con acido ialuronico

    Collistar Pure Actives è un siero con effetto lifting che contiene acido ialuronico in tre pesi molecolari e agisce dunque sia all’interno delle cellule che in superficie. Aiuta a legare l’acqua, a tendere la pelle e a mantenerla fresca ed elastica. Anche Lancôme Génifique Advanced garantisce un effetto fantastico: contiene un “attivatore di giovinezza“ e i probiotici tanto utili alla pelle…

  2. Crema viso con acido ialuronico

    Non mancare di provare il fluido rassodante hi-tech Filorga NCTF Reverse Mat®, in cui accanto all’acido ialuronico troviamo collagene, antiossidanti e il compresso rivitalizzante NCTF®.

  3. Crema contorno occhi con acido ialuronico

    Il contorno occhi gradirà La Roche-Posay Hyalu B5, che nutre e ringiovanisce la pelle delicata di questa zona. Puoi continuare il trattamento con la crema giorno della stessa linea.

  4. Maschera viso con acido ialuronico

    Dermacol HT 3D è una maschera idratante piacevolmente rinfrescante 30+ che addolcisce e ringiovanisce la pelle ed è in grado di spingerla a produrre di nuovo il proprio collagene!

  5. Trucco con acido ialuronico

    Se vuoi regalare alla tua pelle un trattamento a base di acido ialuronico anche durante il trucco, prova la cipria trasparente By Terry Face Make-Up, che le donerà un tono vellutato.

  6. Cura dei capelli con acido ialuronico

    Conosci già Schwarzkopf Professional BC Bonacure Moisture Kick? Un esclusivo siero per capelli che regalerà energia anche ai capelli fiaccati dal sole e dal mare. Fatto apposta per l’estate!

P. S.: E se ti interessa sapere come si ottiene l’acido ialuronico... in passato, il processo era traumatico, perché si otteneva dalle creste dei galli. Oggi, gli scienziati lo estraggono da un tipo specifico di batterio buono.

Jana P.